Il recupero dopo VAIA intorno a Maso Prener

RECUPERO A PRATO STABILE

Loc. Valet dei Masi e Prà dela Leora

Io Giovannini Andrea titolare della azieda agricola Maso Prener e gestore dell'agritur Malga Stramaiolo ho coltivato la mia passione per l'allevamento della Grigia Alpina quando ero ancora un giovane ragazzo. Dopo una prima fase di pastore, ho cominciato pian piano a comprare i primi capi e a produrre formaggio. Con l'aiuto della mia famiglia, nel 2006 sono riuscito a costruire il nuovo edificio dell'Azienda agricola Maso Prener, costituito da stalla, tettoia esterna con annesso paddock per le manze da rimonta e con i box per i vitelli, sala mungitura, fienile, caseificio, locali per la lavorazione della carne, deposito per attrezzi e macchine agricole, officina manutenzioni, concimaia, vasca colaticcio letame, box per maiali. I punti di forza dell'azienda sono la trasformazione del latte in prodotti lattiero caseari come formaggio, ricotta, yogurt; l'azienda è anche presidio Slow Food.
Grazie al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Provincia Autonoma di Trento, e all'Operazione 4.1.1 " Interventi per la multifunzionalità delle aziende agricole e la valorizzazione delle produzioni tipiche locali" che contribuisce a raggiungere gli obiettivi della Focus area 6B "Stimolare lo sviluppo locale nelle zone rurali" e della Focus area 2A " Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l'ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l'orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività" è stato possibile aumentare la superficie a prato stabile gestita dall'azienda.
Grazie a tale investimento è stato possibile migliorare il sistema produttivo in quanto gli alimenti prodotti a seguito dell'intervento (fieno) saranno di qualità migliore rispetto a quelli acquistati, essendo prodotti a Km 0 e controllati direttamente dall'azienda.
Importo in euro del contributo concesso o pagato pari ad Euro 18.261,22 (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 7.848,67; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 7.288,78; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.123,77).

Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento visitare il sito del PSR www.psr.provincia.tn.it e della Commissione europea dedicato al FEASR https://ec.europa.eu/agriculture/rural-development-2014-2020_it

Schermata 2020-11-10 alle 22.20.30

Joomla templates by a4joomla